No alle “misure straordinarie” contro i cinghiali in Umbria

Standard

La Giunta regionale ha recentemente approvato una proposta di provvedimento urgente per il contenimento dei cinghiali, su indicazione dell’assessore Cecchini. La norma, manco a dirlo, segue la politica sbagliata di cercare di contenere questi animali aumentandone le uccisioni, quando ormai da diversi ambienti scientifici si mostra quanto inutile sia una pratica del genere, che anzi pare ottenere proprio il contrario. Naturalmente è dal punto di vista etico che molte persone provano orrore per questo tipo di provvedimenti.
In dettaglio, le norme, approvate il 28 luglio e attive fino al 30 settembre, prevedono la riduzione da 48 a 12 ore del termine per l’attivazione degli interventi della Regione, trascorso il quale i proprietari o i conduttori dei fondi interessati possono intervenire direttamente (cioè uccidere) e gli interventi programmati e d’urgenza, anche nelle ore notturne, prevedono la presenza anche di un solo addetto alla vigilanza.
Contro questo provvedimento, è stata approntata una mail di protesta che si può leggere e agevolmente inviare tramite il sito di Agire Ora.